News

Giornata della Solidarietà 2024: La comunicazione attraverso l’intelligenza artificiale

Di fronte a 3 classi dell’Istituto Superiore Santoni di Pisa, è stata celebrata la Giornata della Solidarietà 2024 promossa dall’Associazione Nicola Ciardelli, che quest’anno ha proposto come tema “Le  potenzialità dell’intelligenza artificiale”.

I ragazzi e le ragazze Caregivers hanno raccontato il loro libro, EmozioAbili, scritto con l’ausilio dell’intelligenza artificiale

Presso l’Auditorium del Museo dell’Opera della Primaziale Pisana (OPA – Piazza dell’Arcivescovado – Pisa) gremito di ragazzi, ha introdotto i lavori Michela Silvestri, psicologa che collabora con il Coordinamento Etico dei Caregivers nella conduzione di laboratori, che ha presentato l’associazione e ha spiegato di cosa si occupa e cosa fa. 

L’incontro ha raccontato l’esperienza di un gruppo di persone con disabilità, che hanno sperimentato e utilizzato strumenti innovativi di Intelligenza Artificiale generativa per potenziare e amplificare le proprie capacità di comunicazione, scrivendo un libro illustrato di racconti.

L’esperienza, portata avanti dal Coordinamento Etico dei Caregivers di Pisa all’interno del Progetto Interactive Care, ha visto l’utilizzo si strumenti innovativi di intelligenza artificiale generativa (Dall-E 2, ChatGPT, Sudowrite) che, a partire da istruzioni verbali, permettono di generare immagini e testi, amplificando le capacità di comunicazione di giovani adulti con disabilità.

È stato introdotto il laboratorio di informatica creativa ed è stato presentato il libro “EmozionAbili”, creato dai ragazzi con l’utilizzo di diverse intelligenze artificiali (Dall-E, Chat GPT e Sudowrite). È stato letto un brano del libro da una persona e poi da un’intelligenza artificiale. Tra i partecipanti c’erano Marika, Marco, Chiara, Eleonora Alessio, autori del libro e sono intervenuti per spiegare i percorsi che hanno fatto per creare i loro racconti utilizzando l’intelligenza artificiale, che hanno utilizzato come potenziamento delle loro abilità. 

Ha preso poi la parola Giuseppe Capuano, professore in pensione, volontario del Coordinamento Etico, che conduce il Laboratorio di informatica Creativa: ha parlato dell’AI e di alcune delle implicazioni, anche etiche, che si possono creare con il suo utilizzo. 

L’ultimo intervento è stato di Francesco Del Monaco, fresco di laurea in informatica umanistica e fratello di Marco. Ha presentato la sua tesi, che in parte si è concentrata sull’esperimento di progettare e realizzazione un sito web accessibile per le diverse disabilità, toccando il tema dell’accessibilità online, ancora molto sottovalutato e praticato. 

 

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.